SIMAP

Sommario

Il progetto SIMAP ha avuto come obiettivi: 

- Studiare le caratteristiche della gestione clinica di due gruppi di pazienti con asma e/o rinite allergica, con particolare riferimento all’uso della immunoterapia sublinguale. 

- Studiare la tollerabilità dell’immunoterapia sublinguale 

- Studiare il consumo di risorse in pazienti con asma e/o rinite allergica. 

Metodologia:
Si tratta di uno studio prospettico di coorte a cui hanno partecipato sei centri italiani. Ha previsto una prima fase della durata di tre mesi (febbraio – aprile 2004) in cui sono stati arruolati tutti i pazienti (adulti e bambini) che si sono presentati ai centri con le patologie oggetto di studio e che hanno concesso il loro consenso e una seconda fase (maggio 2004 – giugno 2005) di follow up. 
Ad ogni visita sono stati raccolti i dati relativi agli aspetti clinici e terapeutici dei pazienti arruolati. 
E’ stata prevista una frequenza minima di contatti pari ad almeno una visita ogni tre mesi. Ai pazienti è stato, inoltre, fornito un apposito diario per la raccolta di eventuali dati significativi intercorsi tra una visita e la successiva. 

Tutti i dati ottenuti sono stati registrati in cartella informatica (Allergywork) appositamente creata dalla Società Servizi Telematici di Padova e sono stati inviati in forma strettamente anonimi, tramite internet, ad un server centrale, situato presso la stessa società, dove sono poi stati valicati e inviasti per l’analisi alla Dottssa Patrizia Berto di PBE consulting. 

Risultati:
Sono stati arruolati 382 pazienti (196 maschi e 186 femmine di età media 28 anni ± 13 anni). Di questi 197 presentavano rinite allergica (AR) e 38 (10%) solamente asma (AA) e 147 sia AA che AR. L’immunoterapia (IT) è stata prescritta a 247 (65%) pazienti(238 sublinguale e 13 sottocutanea), mentre 135 pazienti (35%) sono stati trattati con terapie standard. La media di visite effettuate da ciascun paziente è stata 1.7. 909 farmaci sono stati prescritti durante il periodo di studio. Di questi gli antistaminici rappresentano il 38% delle prescrizioni, gli steroidi inalatori il 25% i LABA+steroidi il 15% e i leucotrieni il 10%). Un totale di 4833 test di laboratorio(media 12.2 per paziente) sono stati eseguiti. Di questi il 97% erano test allergologici, mentre il 3% spirometrie. 
I risultati di questo studio indicano come la rinite allergica e l’asma rappresentano patologie che hanno un forte impatto sulla sanità pubblica sia in termini di carico di lavoro che di consumo di risorse.

Partecipanti e Collaborazioni

Coordinatori

Patrizia Berto 
PBE consulting, Verona 
Franco Frati 
Stallergenes scientific Department 
Luigi Cantarutti 
Coordinamento Pedianet, PLS, Padova

Partecipanti

Mario Di Gioacchino, Nicola Verna. 
Ospedale clinicizzato “Colle dell’Ara”. Università di Chieti. Chieti 

Rosario Contiguglia, Carla Magazzù 
Centro “Progetto Respiro”. Messina 

Carla Valle 
Ospedale “ San Paolo”, Università di Milano 

Marco Bassi 
ASL “G. Salvini”, ospedale di Rho (Mi) 

Gianni Cadario, Fulvia Marengo 
Struttura complessa immunologia, allergologia clinica. ASL San Giovanni Battista, Torino 

Maria Angiola Crivellaro, Michele Schiappoli 
Ospedale Borgo Trento, Verona

Collaborazioni

Data Monitor

Antonio Scamarcia 
Società Servizi Telematici, Padova

Assistenza informatica

Alessandro Zandarin 
Società Servizi Telematici, Padova

Pubblicazioni

Berto P, Bassi M, Cadario G et al

Immunotherapy and access to medical care in patients with allergic rhinitis and asthma. The SIMAP database study.

25 Congress of the European Academy of Allergology and clinical immunology, Vienna June 2006, Abstract N° 789

Berto P, Bassi M, Incorvaia C, Frati F, Puccinelli P, Giaquinto C, Cantarutti L, Ortolani C.

Cost effectiveness of sublingual immunotherapy in children with allergic rhinitis and asthma.

Allerg Immunol (Paris) 2005, 37: 3030-308

Finanziamenti

Lo studio è stato finanziato da Stallergenes spa